A proposito di me

Sono originario di Long Island e scrivo canzoni da quando avevo sette anni, quando c'era poca esperienza di vita per informare il mio materiale, a parte occuparsi dell'epilessia infantile e forse di Bugs Bunny.  Guardavo mio padre suonare il pianoforte verticale della nostra famiglia e sentivo qualcosa in me che diceva "puoi farlo anche tu".  Così ho suonato un dito sul pianoforte e ho trovato la mia prima melodia primitiva.  Passavamo le estati nella fattoria di mio nonno nel Wisconsin, dove davo da mangiare ai polli, venivo inseguito dalle mucche e ascoltavo la musica curiosa che ascoltava il Midwest degli anni '60; Johnny Cash, Bobby Gentry, Charlie Rich.  Musica che suonava arrugginita e piena di erbacce.  Per quanto mi piacesse giocare nel campo di grano, lo ero sempre  impaziente di tornare a quel pianoforte.

 

Nel frattempo, tornato a casa, mio fratello surfista ha formato una band e questo ha acceso scintille nella mia testa.  Suonavano canzoni di The Rascals, The Beach Boys e altre band degli anni '60 che producevano suoni che non capivo ma che volevo.  Seguì una chitarra davvero terribile e così anche canzoni terribili.  Una quantità fastidiosa di loro.  Continuavano ad arrivare.  Quando la scena punk della città è sbocciata, assorbivo ogni numero di  Creem Magazine e scoprì il rumore prodotto dai NY Dolls, dai Television, dai Ramones e infine dai Velvet Underground.

Seguirono molte band, così come molte città e strumenti.  Nel 1995, la mia band Through the Woods è stata votata Band of the Year dalla National Academy of Songwriters.  Eravamo una band di cinque elementi che usava 19 strumenti sul palco: cose come ruote di bicicletta, chitarre ad arco, tuba, glockenspiel, ghironda, squeezebox, banjo, coprimozzi, sax, clarinetto e così via.  Descritte nelle riviste locali come "Dixieland Deathrock" e "La cosa più vicina al vaudeville di Los Angeles", le canzoni risalgono agli anni '800, '30 e '60.  Stavamo suonando quella che ora si chiama "Dark Americana".  

 

Sono sparito dall'esibirmi per due anni, tornando con un nuovo musical di improvvisazione chiamato "Life = Choices" che è andato in onda brevemente a Los Angeles.  Le canzoni hanno iniziato a piovere a catinelle.  Così ho iniziato a esibirmi nei ristoranti e nei caffè di Los Angeles, usando uno Slinky, una scimmia giocattolo che suona i cembali (Carlos), giocattoli telecomandati, fisarmonica, ghironda e altre cose di plastica per coprire le canzoni hip hop e metal.  Ho finito per esibirmi nei tour di Taste of Chaos e Warped e ho deciso di fare di nuovo sul serio.

 

Quindi, dopo più anni passati a scrivere canzoni migliori, ho chiuso il cerchio con " Dark Americana: Stories and Songs " e " Mojave " con l'aiuto del paroliere Hunter Lowry,  le brave persone di Hollywood Trax e Manhattan Production Music.  Queste sono raccolte di vedute dai toni seppia e sbiadite delle lotte americane con il peccato e la redenzione.  Riguardano persone cattive in brutte situazioni che prendono decisioni sbagliate.

window.jpg
ruined house.jpg
Bombay Beach 1.jpg
PXL_20210221_221944589.jpg
Mojave ruin.jpg
PXL_20210321_221324255.jpg
ON NO bombay beach.jpg
bombay beach erida.jpg
roadside ruin.jpg